Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per saperne di più e per gestire le tue preferenze consulta la Privacy policy

Parliamo di: Family Like in progress
Scopri come stiamo cambiando il tuo territorio

Saltimbanco, un servizio di doposcuola e di relazione tra coetanei

Il servizio, nato nel 2009, risponde alle esigenze delle famiglie del territorio: l’aiuto ai bambini delle scuole elementari e ai ragazzi delle medie nello svolgimento dei compiti; la costruzione di relazioni di gruppo tra pari, in un clima sereno e di crescita; il supporto a famiglie straniere nell’integrazione nella società locale, a partire dalla conoscenza della lingua italiana, attraverso laboratori con coetanei. Per tre pomeriggi la settimana (lunedì, mercoledì, giovedì dalle 16 alle 18) le porte e i locali di Corso Liberazione ad Arona accolgono bambini e ragazzi per trascorrere il pomeriggio insieme ad educatori e a operatori del Comune.

Agli operatori professionali e alle OSS, ci racconta Rita, assistente sociale responsabile di Saltimbanco, si affiancano i volontari, ognuno dei quali segue un bambino, e alcuni alunni della quarta e quinta Liceo, all’interno del progetto alternanza scuola-lavoro. Il servizio, totalmente gratuito, offre continuità e stabilità ai bambini durante l’anno scolastico, elemento positivo che aiuta gli operatori a raggiungere l’obiettivo di progetto, assicurando loro la presenza di una figura adulta di riferimento che li segua nel doposcuola durante tutto il corso dell’anno.  Ai 34 bambini iscritti, dei quali una ventina sono stranieri, viene garantito un supporto concreto nello svolgimento dei compiti scolastici, in sinergia con la scuola che frequentano. Gli operatori si relazionano con gli insegnanti per capire meglio quali siano le difficoltà di apprendimento e/o di relazione del singolo bambino. Per rendere l’intervento veramente costruttivo, gli insegnanti forniscono delle schede dedicate, con esercizi di italiano e matematica per approfondire meglio la comprensione di alcuni argomenti affrontati in classe. Altro pilastro di Saltimbanco, come sottolineano Ilaria e Grazia, è la relazione con le famiglie dei bambini e dei ragazzi, facilitata da momenti di incontro in cui ascoltarsi reciprocamente e vivere un momento di festa insieme, come in occasione delle festività natalizie e della fine dell’anno scolastico. In futuro, si pensa anche di offrire la possibilità a bambini e ragazzi di condividere il pranzo insieme come momento di dialogo, crescita e confronto e di ampliare e diffondere la proposta di questo servizio anche alle famiglie di ragazzi non già seguiti dagli assistenti sociali, soprattutto per la fascia d’età delle scuole medie.

18 gennaio 2018 - Alessandra Martinetti
Iscriviti alla newsletter di Family Like